11milioni di italiani rinunciano alle cure per povertà. Basta tagli!

febbraio 14, 2017 in In Parlamento da alessia

Sono troppi gli italiani che rinunciano a curarsi perché sono troppo poveri. E’ necessaria un inversione di rotta: è quello che ho sostenuto oggi in Commissione Sanità nella dichiarazione di voto sulla mozione bipartisan sul tumore al seno.
“Una considerazione che in Aula ho ascoltato poco è che c’è un tema serio di cui il Governo e il Ministro della salute devono farsi carico, ossia che 11 milioni di cittadini italiani rinunciano alle cure perché non hanno le risorse per farlo; figuriamoci se possono fare la prevenzione! Per evitare tutto questo sono necessarie risorse e bisogna invertire l’orientamento e la scelta, adottata anche nell’ultima legge di stabilità, di continuare a effettuare tagli alla sanità. È importante coinvolgere tutto il sistema della sanità pubblica, a partire dai medici di base per garantire la prevenzione, gli screening e la diagnosi precoce, e soprattutto intervenire per ridurre le disuguaglianze tra le Regioni, perché oggi il tema è far sì che in tutte le Regioni siano garantiti gli stessi interventi di prevenzione e screening con l’obiettivo principale di ridurre le liste di attesa. Investire risorse vuol dire dare la possibilità a tutti di accedere alla sanità pubblica e non costringerli a ricorrere alla sanità privata”.