Trenitalia annuncia la cancellazione degli abbonamenti AV

ottobre 5, 2016 in In Parlamento, News e iniziative da alessia

Roma, 5 ottobre 2016 – Trenitalia non risponde sul rischio di cancellazione degli abbonamenti AV per i pendolari.
Ieri pomeriggio in Senato l’ad di Trenitalia, Barbara Morgante, convocata in audizione per discutere sul tema degli abbonamenti AV, è apparsa estremamente reticente e omissiva su un tema che riguarda migliaia di lavoratori. Ha putroppo confermato tutte le nostre preoccupazioni.
Appare del tutto realistico il rischio che dal prossimo primo gennaio vengano cancellati gli abbonamenti AV, il che comporterebbe un danno enorme per moltissimi pendolari. Come Sinistra Italiana chiediamo al governo di intervenire con la massima urgenza. Si tratta infatti di un servizio pubblico essenziale e non si può permettere che a pagare i costi delle liberalizzazioni e delle privatizzazioni siano ancora una volta i cittadini, in particolare quelli che già devono affrontare ogni giorno enormi difficoltà e costi elevati per mancanza di alternative. Su tantissime tratte i treni AV hanno cannibalizzato gli altri treni non AV e sono divenuti l’unica alternativa per i pendolari che già oggi, in molti casi, vedono sottrarsi il 30% del loro reddito mensile dal costo dell’abbonamento.
Eppure a Trenitalia non basta più neanche questo: gli unici utenti che sembra accogliere volentieri sono coloro che pagano senza battere ciglio 25€ per una corsa semplice in seconda classe di 91Km tra Firenze e Bologna…