Adesione alla campagna per la concessione del premio Nobel per la pace ad Ingrid Betancourt

luglio 8, 2008 in In Regione, News e iniziative da alessia

Il Consiglio regionale

Salutata con grande gioia la liberazione di Ingrid Betancourt, per ben sei anni prigioniera delle Forze Armate Rivoluzionarie Colombiane (FARC);

Ricordate le numerose iniziative internazionali promosse per la sua liberazione in questi anni, tutte concordi nel riconoscere il suo costante impegno civile, sociale e politico per l’affermazione dei diritti e della legalità nel suo Paese;

Preso atto dell’importante iniziativa lanciata da un quotidiano italiano per la candidatura di Ingrid Betancourt al premio Nobel per la pace, proprio quale riconoscimento al suo impegno, attivo anche dalla prigionia, per i diritti e la legalità, nonché come strumento di tutela della sua sicurezza, in ragione della visibilità che questo avrebbe comportato a livello planetario, e di pressione per la sua attesa liberazione, fortunatamente avvenuta;

Rilevato come all’appello abbiano aderito già numerosissime personalità pubbliche, nonché istituzioni locali italiane, mediante la predisposizione e l’approvazione di specifici atti di indirizzo;

Ricordato l’impegno della Regione Toscana a favore della liberazione di Ingrid Betancourt, espresso anche in occasione dell’incontro avuto a Firenze nel marzo scorso dal vice Presidente della Giunta regionale con la madre Yolanda Pulecio Betancourt, nonché l’adesione data alla campagna per il conferimento del Nobel per la pace dal Presidente della Giunta regionale;

Aderisce

all’appello per la concessione del premio Nobel per la pace ad Ingrid Betancourt, nella convinzione dell’importanza che tale iniziativa assume per il riconoscimento del suo impegno per i diritti civili, la libertà e la legalità, appello inalterato nella sua validità pur in presenza del tanto auspicato positivo esito del suo sequestro;

Impegna

Il Presidente del Consiglio regionale

a concretizzare tale adesione in tempi rapidi e nei modi più idonei, particolarmente con l’inoltro ai familiari di Ingrid Betancourt del presente atto di indirizzo,

Invita

Il Presidente della Giunta regionale

ad attivarsi per invitare in Toscana Ingrid Betancourt a portare la sua testimonianza di pace, difesa dei diritti e della legalità.