Alessia Petraglia e Mario Lupi, candidati al Consiglio regionale per Sinistra Ecologia Libertà, aderiscono alla mobilitazione contro la legge regionale sulla caccia

marzo 19, 2010 in Comunicati Stampa da alessia

Alessia Petraglia e Mario Lupi, candidati al Consiglio regionale per Sinistra Ecologia Libertà, aderiscono alla mobilitazione contro la legge regionale sulla caccia, che si svolgerà a Firenze sabato 20 marzo, ricordando che la Regione ha approvato la legge “Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio” senza tenere conto degli emendamenti proposti dai consiglieri, studiati in collaborazione con WWF, LAV e altre associazioni, proprio per sottolineare ciò che la legge voleva: la protezione degli animali e non una legge per facilitare la caccia. “Abbiamo lavorato molto per presentare gli emendamenti assieme ai nostri amici delle associazioni ambientaliste – affermano Petraglia e Lupi– siamo dispiaciuti ed amareggiati che siano stati respinti uno per uno dal Consiglio, con una votazione bipartisan che ha visto solo noi votare contro una legge che riteniamo per niente etica ed all’altezza della cultura toscana, per questo motivo anche oggi siamo a fianco delle associazioni ambientalistiche per ribadire la nostra contrarietà ad una legge che legittima pratiche oggi vietate in altri luoghi”. Tra gli emendamenti presentati dai consiglieri di Sinistra Ecologia Libertà quello per l’eliminazione dell’apertura anticipata della caccia, il divieto di caccia su territorio innevato, l’iscrizione immediata del capo di selvaggina abbattuto sul tesserino, per evitare abusi e rendere più facile la vigilanza, il divieto di caccia prima dell’alba e dopo il tramonto, dal momento che la scarsa visibilità determinerebbe non solo rischi evidenti per le specie protette non riconoscibili, ma anche alti rischi per i cittadini.