Appalti infanzia, Petraglia: “Finalmente chiaro il disegno distruttivo di Giachi e del PD contro l’istruzione pubblica”

aprile 22, 2016 in Comunicati Stampa da alessia

“Finalmente l’assessore Giachi e il suo partito gettano la maschera e rendono manifesto il progetto di distruzione della scuola pubblica che abbiamo denunciato e portato in Parlamento mesi fa. Con la privatizzazione della stragrande maggioranza delle sezioni delle scuole dell’infanzia di Firenze, diventa chiaro il disegno del PD renziano che sta usando ancora una volta Firenze come laboratorio per le sue politiche di destra”.
Lo denuncia la senatrice fiorentina di SEL-SI, Alessia Petraglia.

“Se davvero Giachi e il suo partito avessero a cuore la scuola pubblica e il sistema statale dell’istruzione – prosegue – avrebbero dovuto fare attenzione a quanto accade in Parlamento e a lavorare affinchè il Governo lavorasse diversamente sulla delega per la riforma dell’istruzione dagli 0 ai 6 anni, aspramente criticata da operatori e sindacati. A questo si aggiungono emendamenti come quello presentato dalla maggioranza in Commissione al Senato, con il quale si equipara la scuola dell’infanzia a un mero servizio e in questa direzione va il Comune di Firenze con le esternalizzazioni e le privatizzazioni”.

“La scuola dell’infanzia, per Sinistra Italiana, è un servizio a domanda collettiva e non un servizio alla persona. L’istruzione dei primi anni di vita riveste una grande rilevanza nella prevenzione della dispersione e degli abbandoni scolastici: per questo, nel decreto in discussione in Senato, abbiamo presentato un piano quinquennale per l’apertura di 500 scuole dell’infanzia dai tre ai sei anni, con introduzione dell’obbligo scolastico da tre. Per noi – conclude la senatrice – una scuola pubblica, laica, aperta a tutti e in grado di offrire a tutti opportunità rimane un elemento imprescindibile per la formazione dei buoni cittadini di domani, fin dai primi anni di vita”.