Careggi, SEL: “AOUC e Regione dicano cosa intendono fare per la Margherita”

luglio 5, 2014 in Comunicati Stampa, In Parlamento da alessia

“Impossibile andare avanti senza personale adeguato per numero e competenze”
“Il centenario di Careggi sia l’occasione per far conoscere alle cittadine e ai cittadini che cosa s’intende fare per la sopravvivenza della Margherita. Non basta rassicurare che rimarrà aperta se Azienda e Regione non dicono con chiarezza come e a che condizioni: la prosecuzione di questo progetto non può prescindere dalla presenza di personale adeguato nei numeri e nelle competenze”.

Ad affermarlo sono le elette fiorentine di SEL, sen. Alessia Petraglia, on. Marisa Nicchi e la consigliera comunale Donella Verdi, insieme al pediatra Paolo Sarti, nel giorno dei festeggiamenti per i cento anni di attività del polo ospadeliero di Careggi.

“Il ritardo con cui si è intervenuti per risolvere il problema della carenza di personale del reparto maternità ha penalizzato la Margherita, privandola, ad oggi, del 40% delle ostetriche e rendendo impossibile la prosecuzione di questa esperienza, fiore all’occhiello per Careggi, apprezzata dalle pazienti e dalla comunità scientifica e punto di riferimento per il parto naturale nel nostro Paese”.

“Il Governatore Rossi – concludono – ha detto che questo è un giorno di festa per Careggi, che taglia l’invidiabile traguardo dei cento anni di attività. Garantire seriamente la sopravvivenza della Margherita, avviando l’assunzione del personale necessario a far funzionare la Maternità e la Margherita stessa, sarebbe il modo per festeggiarlo”.