Caso Priebke, le parlamentari toscane di SEL aderiscono all’appello di ANED Firenze

luglio 25, 2013 in Comunicati Stampa da alessia

“L’idea di celebrare il criminale di guerra Erich Priebke, riconosciuto responsabile della morte di 335 italiani, è inaccettabile e indegna di un paese civile come l’Italia, che sull’antifascismo ha costruito la sua rinascita e il suo riscatto democratico”. Le parlamentari toscane di Sinistra Ecologia e Libertà, Martina Nardi, Marisa Nicchi e Alessia Petraglia, commentano così la notizia secondo la quale per il prossimo 29 luglio sarebbe in preparazione una festa pubblica per l’ex ufficiale nazista condannato per l’eccidio delle Fosse Ardeatine.

“Davanti a queste provocazioni – proseguono le parlamentari – la risposta delle Istituzioni deve essere ferrea e univoca. Non possiamo accettare tentennamenti né mettere in discussione la memoria, un dovere imprescindibile nei confronti di quanti hanno perso tragicamente la vita a causa della follia nazista. Per queste ragioni, aderiamo all’appello dell’Associazione Ex Deportati nei campi di sterminio e fin da oggi ci impegniamo a portare all’attenzione di deputati, senatori e di tutte le Istituzioni questa vicenda, che travalica qualunque limite di decenza”.