Chiarezza sul futuro dei lavoratori del Maggio

novembre 19, 2014 in Comunicati Stampa da alessia

“Il ministro intervenga immediatamente per fare chiarezza sul futuro dei 53 esuberi del Maggio e dia avvio alle procedure necessarie all’immediata riassunzione o all’annullamento delle procedure di licenziamento”. A chiederlo è la senatrice di Sinistra Ecologia Libertà Alessia Petraglia che, insieme alla capogruppo Loredana De Petris ha depositato in queste ore un’interrogazione urgente al Ministro della Cultura Dario Franceschini.

“Le parole del sovrintendente al Teatro del Maggio, Francesco Bianchi, hanno suscitato perplessità da parte dei sindacati e, ad oggi, rappresentano l’unica certezza in una vicenda che colpisce duramente i lavoratori e le loro famiglie – spiega Petraglia – Nonostante le generiche rassicurazioni e gli annunci, sappiamo per certo soltanto che essi saranno licenziati e possiamo solo sperare, secondo quanto dichiarato da Bianchi, che vengano riassunti subito in Ales se lo Stato farà la sua parte”.

“Siamo di fronte alla diretta conseguenza di un’applicazione rigida e senza alternative del piano industriale del Maggio, con i lavoratori, ancora una volta, costretti a pagare il prezzo più alto – dice ancora la senatrice – Quali garanzie si offrono ai lavoratori che passeranno ad Ales circa il mantenimento dell’anzianità pregressa e dello stesso tipo di contratto? Quali garanzie a proposito dell’assunzione a tempo indeterminato e non legata alla durata di progetti? Questi sono gli interrogativi ai quali rispondere, ben al di là di annunci e dichiarazioni”.

“Chiediamo, inoltre, al ministro di attivarsi subito e di chiedere l’inserimento di risorse aggiuntive nella Legge di Stabilità: solo così – conclude Petraglia – sarà possibile intervenire per risolvere tutti i casi in cui sono in pericolo posti di lavoro, salvando il lavoro senza far venir meno le condizioni di tutela”.