Criticità nel decreto per la formazione aziendale

giugno 17, 2014 in Comunicati Stampa, In Parlamento, News e iniziative da alessia

Il decreto interministeriale 28 del 5 giugno 2014, relativo al programma sperimentale per lo svolgimento di periodi di formazione in azienda per studenti degli ultimi due anni delle scuole secondarie di secondo grado (triennio 2014-2016), presenta elementi di criticità per il ritardo nella pubblicazione del testo e opacità sui diritti e doveri degli studenti in relazione al doppio status di alunni-apprendisti”.
Lo ha detto la senatrice Alessia Petraglia, capogruppo di SEL in commissione Istruzione, prima firmataria di un’interrogazione rivolta al ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, firmata anche da tutti i senatori di SEL.
“Il programma sperimentale, così come stato concepito dal Governo, avrà nell’immediato – ha proseguito – un impatto modesto e concreta applicazione solo nei casi di grandi aziende che hanno da tempo già impostato un lavoro con alcune scuole del territorio, mentre il ritardo nella pubblicazione del decreto rende impraticabile qualsiasi serio tentativo di orientamento per gli studenti delle classi terze”.
“Per questi motivi, chiediamo al Ministro Giannini come intenda gestire queste difficoltà come il MIUR si impegnerà affinché vengano stabilite regole di comportamento comuni nell’ambito della stipula dei Protocolli d’intesa nazionali o regionali. Deve essere comunque chiaro – ha concluso Petraglia che, data la delicatezza della materia, la regolamentazione non può avvenire a
livello di singola istituzione scolastica”.