“Crocifisso nelle scuole? L’educazione pubblica deve essere laica e tutelare credenti e non credenti”. Dichiarazione di Alessia Petraglia (SD per Sinistra Ecologia Libertà)

novembre 10, 2009 in Comunicati Stampa da alessia

“La sentenza della Corte europea per i diritti dell’uomo, attraverso il suo no all’esposizione del crocifisso nelle scuole pubbliche, non fa altro che sancire la concezione laica e moderna della società. La scuola pubblica è un ambiente aperto e, oggi più che mai, plurale. La Corte mette l’accento sul significato obiettivamente religioso del crocefisso che non può essere ridotto a mero richiamo alla storia ed alle radici culturali italiane e che certo non può essere considerato un contributo al pluralismo educativo delle nostre scuole. I bambini sono privi di quella capacità critica che ci rende pienamente autonomi nelle scelte. Proprio per questo motivo, siamo contrari alla proposta di introdurre l’insegnamento di altre religioni nelle scuole. Preferiamo pensare ad un’istruzione pubblica che insegni la cultura della convivenza e l’educazione civica. Una scuola pubblica laica tutela i credenti e i non credenti”