Il fascismo non è un’idea ma un crimine

febbraio 17, 2017 in Comunicati Stampa, News e iniziative da alessia

Roma, 17 febbraio 2017 – “La Repubblica italiana si fonda sui valori dell’antifascismo ecco perché questo è un tema su cui non si scherza. Motivo per il quale riteniamo inaccettabile che movimenti politici che fanno esplicito riferimento al periodo più buio della nostra Storia possano trovare legittimazione”. Così le parlamentari di Sinistra Italiana, Alessia Petraglia e Marisa Nicchi.

“Per questo diciamo no alla prossima apertura di CasaPound a Grosseto, città simbolo della Resistenza. Ci affianchiamo alle richieste delle undici associazioni del territorio, da Arci a Anpi, alla Cgil, che hanno scritto ai massimi rappresentanti delle istituzioni e dell’ordine pubblico: chiunque non abiuri il fascismo, ma anzi cerchi di riproporne i contenuti, si pone da solo fuori dalla Costituzione. D’altronde le aggressioni come quella avvenuta nella zona di Viterbo alcuni giorni fa fanno ben capire che tipo di politica intenda perseguire CasaPound. Lo stesso sindacato della polizia aderente alla Cgil ha esternato la preoccupazione segnalando come dal 2011 ad oggi siano state ben 400 le persone denunciate e arrestate legate a CasaPound tra cui il vicepresidente Di Stefano e Iannone.”

“Presenteremo una interrogazione al Ministro degli Interni – dichiarano la senatrice Alessia Petraglia e la deputata Marisa Nicchi – in cui chiederemo anche un intervento dal punto di vista legislativo. Non è più tollerabile che con la scusa di nascondersi dietro a sigle più o meno camuffate si vada a riaffermare il pensiero fascista che è l’esatta negazione della nostra Repubblica.”