In merito al riconoscimento dell’attività dell’United Nations Interregional Crime and Justice Research (UNICRI) sul territorio toscano

maggio 5, 2009 in In Regione, News e iniziative da alessia

Il Consiglio regionale

Atteso che la United Nations Interregional Crime and Justice Research (UNICRI), l’Istituto delle Nazioni Unite con mandato di sviluppare ricerca applicata e innovazione in temi quali la giustizia e la governance della sicurezza, ha recentemente inaugurato in Toscana, più precisamente a Lucca, un ufficio tematico del suo laboratorio sulla governance della sicurezza e l’anti-terrorismo;

Considerato che:

– UNICRI ha identificato la Toscana quale terreno ideale in cui aprire un proprio ufficio dedicato al dialogo e all’innovazione comunicativa, sulla base della storica vocazione al dialogo e all’innovazione e della sensibilità alle tematiche internazionali della nostra Regione, anche sviluppate nel contesto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU);
– dall’aprile 2005, grazie ad un accordo siglato anche dalla Regione Toscana, Firenze è sede dell’iniziativa “Appoggio alle Reti Territoriali e Tematiche” (ART) delle Nazioni Unite che sostiene la promozione ed il consolidamento di partenariati internazionali nell’ambito della cooperazione decentrata ed organizza, in collaborazione con gli Enti toscani, iniziative culturali, momenti di incontro e scambio a livello internazionale, contribuendo a rafforzare il vincolo della nostra Regione con le politiche ed i programmi delle ONU;

Tenuto conto che tra le diverse importanti iniziative trasferite alla sede toscana della provincia di Lucca vi sono:
il “Centro delle Nazioni Unite sulle politiche contro la radicalizzazione violenta e l’estremismo”; il progetto di costituzione di “Consulte giovanili del Mediterraneo per il dialogo inter-religioso e inter-culturale” in partnership con l’Alleanza delle civilizzazioni e la creazione di un laboratorio sociale attraverso iniziative pilota, volte ad avvicinare concretamente l’ONU ai cittadini;

Riconosciuta la valenza innovativa di tale progetto che caratterizza la Toscana quale prima regione al mondo direttamente impegnata a favore dell’integrazione e della comprensione reciproca tra i diversi componenti della società e nell’elaborazione di una strategia innovativa per avvicinare i cittadini all’ONU, attraverso la presenza di un ufficio ONU specializzato in queste tematiche ospitato sul proprio territorio;

Si impegna

A promuovere un’iniziativa, d’intesa con l’Associazione nazionale dei comuni toscani (ANCI), affinché, a testimonianza di questa vocazione, sia apposta, all’ingresso del municipio di ciascun comune della Toscana una targa con la dicitura: “Città amica del dialogo e delle Nazioni Unite”.