In merito all’estradizione in Turchia di Avni Er e Zeinep Kilic

settembre 17, 2008 in In Regione, News e iniziative da alessia

Il Consiglio regionale

Premesso che i due cittadini, Avni Er di nazionalità turca e Zeinep Kilic di nazionalità curda, sono rispettivamente, il primo nel carcere di Nuoro e la seconda nel carcere di Rebibbia a Roma, in seguito ad una sentenza di condanna in primo grado per attività terroristica, emessa dal tribunale di Perugia;

Considerato che in attesa della conclusione dell’iter processuale che potrebbe ribaltare la sentenza di primo grado o, comunque, per motivi di prudenza che dovrebbero indurre ad aspettare che la giustizia faccia, fino in fondo, il suo corso, sarebbe auspicabile che il Ministro della Giustizia non procedesse alla concessione dell’estradizione richiesta dal governo turco;

Tenuto conto anche del fatto che la difesa legale dei due sostiene che entrambi hanno svolto la loro attività politica di comunisti alla luce del sole, senza aver personalmente mai compiuto atti di violenza verso qualcuno o qualcosa, raccogliendo e divulgando informazioni sulla politica repressiva che il governo turco attua contro il dissenso e l’opposizione;

Tenuto conto, inoltre, che da Amnesty International, dalla Commissione ONU e da numerosi altri organismi mondiali giungono severe e ripetute condanne nei confronti del governo turco che ricorre, frequentemente alla repressione violenta del dissenso interno e alla palese interruzione di ogni, pur minimo, processo di democratizzazione del paese;

Chiede

al Ministro della Giustizia

Di negare l’estradizione di Avni Er e Zeynep Kilic, in attesa dell’esito dell’iter giuridico italiano, in ragione del garantismo giuridico e di quello umanitario del diritto internazionale che ne sono alla base.