Interrogazione urgente a risposta orale “Sul ritardato trasferimento dei finanziamenti del Fondo sociale nazionale di sostegno agli affitti e gli interventi della Regione”

dicembre 18, 2008 in In Regione, News e iniziative da alessia

Considerato che

 il problema degli affitti delle fasce più deboli della popolazione si sta acutizzando a causa degli effetti della drammatica situazione economica la quale ha già prodotto la messa in cassa integrazione di molti lavoratori, la chiusura di attività produttive, la perdita del posto di lavoro di numerosi precari, tanto che verso i Comuni aumentano le richieste di contributi per far fronte al pagamento degli affitti e si allungano le richieste di chi rimane escluso da contributi;

 nel Piano anticrisi del Governo non sono contemplate misure indispensabili ad aiutare gli inquilini con bassi redditi o che stanno perdendo il lavoro e che il “Piano casa” elaborato dal Governo nei mesi scorsi non prevede interventi per l’affitto a canone sostenibile;

 il Fondo sociale nazionale di sostegno agli affitti può rappresentare, se costituito da risorse congrue e commisurato al livello della crisi economica in atto, uno degli strumenti volti a permettere a tante famiglie di far fronte al pagamento degli affitti nel frattempo in crescita;

 il Governo non ha ancora operato il trasferimento delle risorse del Fondo nazionale alle Regioni e che la Toscana ha in parte già anticipato proprie risorse ai Comuni, allo scopo di non bloccare il flusso dei finanziamenti essenziale per la vita di tante famiglie;

 

Si interroga la Giunta regionale

 per sapere se è a conoscenza dell’entità delle risorse del Fondo sociale per il corrente anno e dei tempi che il Governo si è dato per l’attribuzione delle risorse medesime alle Regioni;

 se, in caso di ulteriori ritardi nella messa a disposizione delle risorse o nel caso di un sottodimensionamento del Fondo, fatti entrambi gravi, la Giunta intenda adottare provvedimenti speciali, con relativi aumento di risorse regionali, allo scopo di sostenere le famiglie rientranti nelle fasce svantaggiate e che si trovano nelle condizioni di non provvedere alla copertura completa degli affitti.