La salute è un diritto, non un affare

marzo 18, 2010 in News e iniziative da alessia

La sanità è materia regionale. Con le prossime elezioni decideremo anche in che mani metteremo la nostra salute. Noi la pensiamo così: la salute è un diritto, non un affare. Per questo il criterio guida, anche nelle più piccole decisioni, deve essere la trasparenza. Va rotto l’intreccio tra servizio pubblico e privato, verificando quantità e qualità delle prestazioni e le reali necessità del territorio. La salute è un bene pubblico. Per questo va tutelata e promossa, destinando ad essa risorse e personale, tutelando l’ambiente, valorizzando il ruolo dei Comuni e dei cittadini nelle scelte organizzative. Bisogna rendere accessibile a tutti e gratuitamente i servizi sanitari; razionalizzare e qualificare la rete ospedaliera; moltiplicare le strutture per la cura delle patologie più diffuse ed eliminare le attese; valorizzare il ruolo di medici e pediatri di famiglia, degli specialisti ospedalieri e ambulatoriali; rafforzare la rete dei servizi territoriali; eliminare la precarietà dei rapporti di lavoro; estendere la rete dei servizi per le emergenze, dei servizi oncologici, dei centri contro il dolore; garantire l’accesso alle tecnologie per la procreazione assistita; rispettare la libertà delle donne di scegliere una maternità desiderata.