Maggio, Petraglia: “Licenziamenti ballerini ingiustificati. Dov’è il piano industriale?”

novembre 9, 2015 in Comunicati Stampa da alessia

“Il licenziamento dei ballerini del Maggio rappresenta una scelta incomprensibile e sbagliata. Ancora una volta si scaricano sui lavoratori le conseguenze delle inadeguatezze del management, incapace di pensare un rilancio serio e organico del Maggio e dell’intero sistema culturale del nostro Paese”.
Ad affermarlo è la senatrice Alessia Petraglia, oggi pomeriggio al presidio di fronte alla Prefettura dei lavoratori del Maggio.

“Nè la legge Bray nè la legge Franceschini parlano di licenziamenti, vincolando il mantenimento dei lavoratori alla presentazione di piani industriali – prosegue – Dobbiamo quindi pensare che ancora non sono stati presentati i piani industriali per le otto fondazioni lirico-sinfoniche italiane? Abbiamo presentato un’interrogazione al riguardo, per esigere chiarezza dal ministro Franceschini e dal Governo”.

“Abbiamo presentato emendamenti alla Legge di Stabilità – aggiunge Petraglia – a garanzia dell’occupazione e finalizzati a prolungare i tempi entro i quali deve avvenire il riequilibrio gestionale delle fondazioni, partito in ritardo a causa dei ritardi nell’emanazione dei decreti attuativi. Oltre al danno di un comparto penalizzato da tagli e mortificato da gestioni inadeguate, la beffa degli immotivati indugi della politica rischiano di cancellare un patrimonio inestimabile: non possiamo permetterlo, non lo permetteremo”.