Mobilitazione CCIAA, sen. Petraglia: “Determinati a difendere servizi e lavoratori”

febbraio 5, 2016 in Comunicati Stampa da alessia

“Siamo vicini alle lavoratrici e ai lavoratori delle Camere di Commercio, di Unioncamere e delle aziende speciali mobilitati contro il progetto di accorpamento e riforma delle Camere di Commercio che mette a rischio migliaia di posti di lavoro e sancisce, di fatto, l’ennesima privatizzazione di servizi. Porteremo in Parlamento questa battaglia, mettendo in atto ogni azione e strumento utile a salvaguardare lavoro e servizi”.

Lo afferma la senatrice di Sinistra Ecologia Libertà Alessia Petraglia.

“Le Camere di Commercio – prosegue – svolgono da sempre una funzione indispensabile di supporto alle aziende, di stimolo al sistema produttivo, di consulenza e sostegno in avvio di impresa. Svolgono a tutti gli effetti un ruolo pubblico a sostegno della competitività, che deve essere riconosciuto e ribadito come tale. Sono, inoltre, una delle poche esperienze di P.A. in Italia che è riuscita a superare la sfida della digitalizzazione. Con la riduzione del diritto annuale al 50% si dimezzerà, di fatto, la principale fonte di finanziamento di questi enti, che si troveranno nella condizione di non potere più operare. Chi ne svolgerà le funzioni? L’obiettivo è forse quello di privatizzare i servizi? Dopo tanto parlare di innovazione come elemento strategico per il rilancio del nostro Paese stiamo per affidare ai privati tutta una serie di funzioni chiave? Porremo queste domande al Ministro dell’Economia e al Governo in un’interrogazione che depositeremo in Senato, pretendendo una risposta chiara e univoca su questo”.

“Ci sono, poi, gli elementi di criticità legati alla perdita dei posti di lavoro – dice ancora la senatrice – Al riguardo pretendiamo garanzie che non possono limitarsi all’eliminazione nel decreto delle parole ‘esuberi’ o ‘licenziamenti’. Il tema del lavoro va di pari passo con quello delle risorse che non ci sono più e che impedirebbero alle Camere di Commercio di operare. Di fatto, cosa ne sarà del personale? Per l’ennesima volta al danno dei servizi tagliati a cittadini e imprese si aggiunge la beffa della mortificazione del lavoro. E’ la cifra di questo governo, in piena continuità con quelli che lo hanno preceduto: contro questo provvedimento ci stiamo battendo e ci batteremo, con attenzione ai temi e determinazione nel difendere i lavoratori”.