Mozione: A difesa dei lavoratori della Eaton di Massa e per la tutela dell’economia e del lavoro nella provincia di Massa – Carrara

ottobre 15, 2008 in In Regione, News e iniziative da alessia

Il Consiglio regionale

Appreso che l’azienda Eaton di Massa, impegnata nel settore della produzione di componentistica meccanica per automobili, ha annunciato nei giorni scorsi la decisione di procedere alla chiusura dello stabilimento, adducendo a motivo di tale gravissima iniziativa la pesante riduzione intervenuta nelle commesse (- 40 per cento), particolarmente quelle del gruppo Fiat, fino ad oggi principale acquirente delle produzioni dello stabilimento massese;

Rilevato come la chiusura annunciata comporterà la perdita del lavoro per trecentoquarantacinque persone, con tutto ciò che ne consegue per le rispettive famiglie;

Condivisa pienamente la protesta dei lavoratori, dei sindacati, delle istituzioni locali, della Regione, in ordine ai contenuti e alle modalità della decisione assunta dalla proprietà: in ragione sia del fatto che dal 2000 l’azienda ha proceduto ad un forte ridimensionamento della forza lavoro, sia del fatto che l’attuale decisone non è stata preceduta da iniziative di confronto e valutazione condivisa con i lavoratori ed il territorio;

Apprezzato l’impegno immediatamente assunto dalla Giunta regionale, sia attraverso l’Assessore al lavoro che direttamente mediante il Presidente della Giunta regionale, che opportunamente ha incontrato i sindacati e ha provveduto a convocare la proprietà;

Apprezzata la rapida risposta del Governo nazionale che ha proceduto a convocare un tavolo nazionale per il prossimo 23 ottobre presso il Ministero dello sviluppo economico;

Rilevato come la chiusura della Eaton intervenga ad aggravare pesantemente una situazione economico-produttiva già critica del territorio della provincia di Massa – Carrara, provato dalla messa in liquidazione volontaria della ICA in Lunigiana, azienda con ottantacinque dipendenti, in prevalenza donne, e dalle forti incertezze circa gli effetti sull’occupazione del passaggio di proprietà dei Nuovi Cantieri Apuania (NCA), a rischio nella loro funzione di ultima presenza toscana nel delicato e strategico settore della navalmeccanica;

Condivide

Le indicazioni scaturite dall’assemblea provinciale di tutti gli eletti negli enti locali della provincia di Massa –

Carrara, riunita in seduta straordinaria il 13 ottobre ultimo scorso , alla presenza del Presidente Claudio Martini;

Impegna

La Giunta regionale

– A proseguire nell’azione di difesa del lavoro per i dipendenti della Eaton di Massa, utilizzando a tale fine tutti gli strumenti normativi, programmatori e politici a propria disposizione;

– Ad operare affinché il tavolo nazionale persegua prioritariamente la salvaguardia della presenza nel territorio

della provincia di Massa – Carrara di tale realtà produttiva dell’indotto automobilistico, nonché la ripresa del tavolo relativo alla vertenza NCA aperto a Roma il 26 settembre ultimo scorso presso il Ministero dello sviluppo economico;

– A proseguire nell’attuazione delle politiche di incentivazione agli investimenti produttivi nel territorio, favorendo tutte quelle iniziative che consentano lo sviluppo di iniziative imprenditoriali innovative, etiche e sostenibili, che creino nuova occupazione.