Mozione: A sostegno degli interventi finalizzati a prevenire, contrastare ed affrontare i casi di violenza alle donne ed ai minori

novembre 8, 2006 in In Regione, News e iniziative da alessia

il Consiglio regionale

Considerato che:

– dai dati ISTAT per il 2004 emerge che nel nostro Paese sono oltre 500.000 le donne che hanno subito uno stupro o un tentativo di violenza sessuale. Tra queste, poco meno di un terzo hanno subito questa violenza nei tre anni precedenti, e solo il 7,4 per cento ha poi denunciato il crimine, nonostante nell’ultimo triennio il tasso di denuncia sia salito al 9,3 per cento;

– che questi dati sono drammaticamente confermati dalle notizie di cronaca di questi giorni che testimoniano una recrudescenza della violenza nei confronti delle donne;

Appreso che dai dati forniti dai centri antiviolenza della Toscana emerge che sono oltre tremila i casi di violenza alle donne e minori ogni anno, per la maggior parte sviluppatisi nell’ambito familiare;

Riconosciuto il prezioso lavoro dei centri antiviolenza, che rappresentano una rete diffusa su tutto il territorio toscano in cui hanno un ruolo fondamentale centri ospedalieri, associazioni, cooperative femminili, e che hanno sperimentato una progettualità di interventi e di azioni integrate efficace nell’accoglienza alle donne, dal primo soccorso medico all’assistenza nel medio-lungo periodo (denuncia, allontanamento dal domicilio, ricerca di una comunità di pronta accoglienza, case rifugio, sostegno psico-sociale, attivazione di ulteriori risorse e rete di protezione);

Valutati positivamente:

– il sostegno dato in questi anni dalla Regione Toscana e dagli enti locali al lavoro dei centri antiviolenza, anche tramite l’attivazione di progetti specifici;

– l’approvazione della l.r. 41/2005, (Sistema integrato di interventi e servizi per la tutela dei diritti di cittadinanza sociale);

impegna

le commissioni competenti

ad avviare tempestivamente la discussione delle proposte di legge in merito agli interventi regionali a contrasto della violenza contro le donne ed i minori;

impegna

il Presidente della Giunta regionale

– a prevedere nel redigendo Piano integrato sociale della Regione 2006-2010, attraverso il coinvolgimento e coordinamento dei diversi assessorati competenti, misure specifiche che consentano di attivare risorse per tutto il territorio toscano a sostegno di progetti finalizzati a prevenire ed affrontare la violenza nei confronti delle donne e dei minori;

– a sostenere l’importante esperienza delle case- rifugio;

– a promuovere presso il Governo ed il Parlamento un adeguato riconoscimento normativo ed in termini di risorse, inserendo la violenza alle donne tra i livelli essenziali di assistenza;

invita

il Governo nazionale

a promuovere:

– la ratifica della convenzione internazionale sulla protezione dei diritti di tutti lavoratori migranti;

– un piano d’azione a tutela dei diritti dell’infanzia;

– l’istituzione del Garante nazionale dell’infanzia;

– efficaci interventi di cooperazione internazionale tesi a valorizzare la presenza femminile nei paesi di origine;

il Consiglio regionale

si impegna

a dedicare una apposita seduta ai temi della prevenzione e contrasto della violenza sulle donne e sui minori.