Mozione: In merito alla stabilizzazione dei precari delle agenzie regionali e degli altri enti strumentali della Regione

ottobre 15, 2008 in In Regione, News e iniziative da alessia

Il Consiglio regionale

Considerato che dal 25 giugno scorso le agenzie ed enti regionali non possono più assumere personale a qualsiasi titolo;

Considerato che questo impedisce alle stesse agenzie di assumere i lavoratori che hanno maturato i titoli per l’assunzione e che anzi, già oggi, questi vengono licenziati;

Tenuto conto che questo impedisce alle agenzie di mantenere attività istituzionali di grandissima rilevanza perdendo contemporaneamente rilevanti risorse provenienti dal Governo e dall’Unione europea;

Preso atto che gli accordi sottoscritti tra la Regione Toscana e le organizzazioni sindacali (OO.SS.), riguardanti i lavoratori precari, definiscono già le modalità di assunzione per l’intero triennio 2008 – 2010;

Preso atto che la legge regionale 23 aprile 2007, n. 24 (Misure per la realizzazione degli obiettivi di finanza pubblica da parte degli enti e organismi dipendenti) detta disposizioni finalizzate al concorso degli organismi e degli enti dipendenti di cui all’articolo 50 dello Statuto, per la realizzazione degli obiettivi di contenimento della spesa pubblica fissati per il triennio 2007 – 2009 della legge 27 dicembre 2007, n. 296;

Rilevato come all’articolo 2 comma 3, della l.r. 24/2007 sia specificato che agli enti ed organismi dipendenti, in materia di razionalizzazione della spesa, si applicano esclusivamente le disposizioni contenute nella l.r. 24 /2007, escludendo altre misure di contenimento disposte dalla legislazione statale;

Preso atto, infine, che la Regione Toscana, per gli anni 2005, 2006 e 2007 ha provveduto a dare attuazione alle manovre finanziarie dello Stato attraverso appositi atti regionali e che, a seguito della manovra finanziaria approvata con la legge 6 agosto 2008, n. 133 (Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria), la Regione Toscana non ha ancora adottato alcun atto di recepimento delle disposizioni ivi contenute;

Impegna

la Giunta regionale

A proseguire nell’attuazione della l.r. 24/2007 e a confermare i vincoli e gli indirizzi agli enti dipendenti e alle agenzie regionali, al fine di scongiurare il blocco dell’attività organizzativa e scientifica degli enti stessi e consentire il ripristino e il completamento delle procedure concorsuali in atto;

Impegna, inoltre,

la Giunta regionale

Qualora il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) annunciato dal Ministro della funzione pubblica non venga emanato entro la data prevista (1° novembre 2008), e qualora questo non risolva le questioni aperte in Toscana, a predisporre entro la medesima data una proposta di legge regionale che garantisca la piena attuazione degli accordi sottoscritti con le stesse OO.SS. per il 2008 – 2010.

Impegna, altresì,

la Giunta regionale

Ad opporsi, in sede di conferenza Stato – Regioni, ad ogni atto che limiti l’autonomia regionale in materia di personale, o che metta in discussione i processi di stabilizzazione relativi al 2008.