Mozione: Sull’ipotesi di accordo industriale internazionale per AnsaldoBreda

gennaio 16, 2008 in In Regione, News e iniziative da alessia

Il Consiglio regionale

Richiamata la mozione n. 426 approvata nella seduta del 16 maggio 2007 relativa alle prospettive di sviluppo dello stabilimento AnsaldoBreda di Pistoia, con la quale si impegnava la Giunta regionale ad attivarsi per il mantenimento ed il consolidamento del ruolo produttivo e, conseguentemente, dei livelli occupazionali del sito pistoiese, intervenendo sul governo nazionale per la definizione di una politica industriale nel settore ferroviario che consentisse ad AnsdaldoBreda di giocare un ruolo rilevante, e per un’azione concreta nell’ambito dell’azionariato di Finmeccanica finalizzata alla definizione delle necessarie alleanze internazionali funzionali al rafforzamento del posizionamento dell’azienda ferroviaria sui mercati internazionali;

Ricordati gli esiti dell’incontro avuto dal Presidente della Giunta regionale con il Presidente ed amministratore delegato di Finmeccanica , gli Enti locali e le organizzazioni sindacali il 27 luglio 2007, relativi a:

– volontà espressa da Finmeccanica di rafforzare la propria presenza in Toscana,

– impegno di Finmeccanica al recupero di redditività per AnsaldoBreda entro il 2009 al fine di garantire effettiva competitività all’azienda su scala mondiale a partire dal 2010,

– conferma di Finmeccanica dell’accordo sottoscritto coi sindacati circa le modalità di attuazione del processo di ristrutturazione aziendale,

– impegno di Finmeccanica alla realizzazione per AnsaldoBreda di nuove partnership per affrontare il mercato estero allargato;

Richiamata inoltre la scelta della collocazione in Firenze della sede dell’Agenzia nazionale per la sicurezza del trasporto ferroviario, nonché il processo di realizzazione del polo tecnologico ferroviario dell’Osmannoro, eventi che confermano la strategicità di una presenza importante dell’azienda nel territorio dell’area metropolitana Firenze-Prato-Pistoia;

Ravvisata però la persistenza di una situazione di incertezza finanziaria dell’Azienda che rende ad oggi lontano il raggiungimento dell’obiettivo di risanamento così come delineato da Finmeccanica giusto nel luglio scorso;

Appreso dalla stampa che sarebbe vicina la chiusura di un accordo internazionale che coinvolgerebbe AnsaldoBreda e la canadese Bombardier,

Impegna

la Giunta regionale

1. a intervenire sul Governo nazionale per conoscere il contesto strategico sul quale i vertici di Finmeccanica starebbero lavorando per l’operazione industriale annunciata, al fine di valutare gli effetti per AnsaldoBreda e per la sua struttura produttiva nel territorio;

2. a intervenire perché sia reso noto il progetto industriale e la missione dello stabilimento di Pistoia salvaguardando il tradizionale ruolo di progettazione e industrializzazione del prodotto e non solo di assemblatore, in coerenza con il piano industriale sottoscritto al Ministero dell’industria.

3. a proseguire comunque nelle iniziative volte al mantenimento e consolidamento del ruolo produttivo e dei livelli occupazionali dello stabilimento di Pistoia, già consistentemente ridotti in seguito alla procedura di mobilità concordata con le organizzazioni sindacali. anche attraverso la sollecitazione nei confronti del Governo nazionale per il mantenimento degli impegni anche sotto il profilo dei tempi per la realizzazione del polo tecnologico ferroviario fiorentino in tutte le sue componenti;

4. a riconvocare, infine, un tavolo di confronto con Finmeccanica, i vertici aziendali, le rappresentanze istituzionali e sindacali, al fine di verificare il rispetto degli impegni assunti nel tempo, particolarmente di quelli emersi nel corso dell’incontro del luglio 2007.