“Norme razziste e criminali, che violano diritti fondamentali e accrescono l’insicurezza sociale”

febbraio 5, 2009 in Comunicati Stampa da alessia

Petraglia (SD) sull’approvazione degli emendamenti della Lega al Decreto sicurezza.
“L’approvazione degli emendamenti della Lega Nord al Senato sono un chiaro indice del degrado raggiunto da una grossa parte della politica italiana, la quale ignobilmente soffia sul fuoco dei peggiori sentimenti xenofobi e razzisti per conquistare qualche voto in più. Togliere il divieto per i medici di segnalare alle autorità i pazienti stranieri irregolari, istituire un registro per i senza fissa dimora al Ministero dell’Interno, legalizzare le ronde padane su tutto il territorio nazionale, vuol dire violare diritti fondamentali della persona sanciti dalla Costituzione e dai trattati internazionali e accrescere l’esclusione sociale delle fasce più deboli della popolazione. In particolare, con queste decisioni accadrà che gli immigrati – che arrivano sani e a causa di cattive condizioni abitative e di lavoro qui contraggono malattie – non si recheranno più dai medici e negli ospedali per paura di essere segnalati, con gravissimi rischi per la loro salute e per quella di altri. Il centro-destra, che in modo criminale vuole essere “cattivo”, produce così danni gravissimi per tutta la società. Non staremo fermi, da oggi la battaglia inizia ovunque, coinvolgeremo il Consiglio regionale della Toscana e saremo con le associazioni della società civile e bene stanno facendo le organizzazioni dei medici a dichiararsi indisponibili a denunciare persone che hanno la sola colpa di essere malati.”