Ormeggiatori Elba, sen. Petraglia (SEL): “Capitaneria Portoferraio esiga l’applicazione del CCNL”

La Capitaneria di Porto di Portoferraio pretenda l’applicazione del contratto collettivo nazionale per gli ormeggiatori dell’Elba dell’Isola d’Elba. A chiederlo è la senatrice toscana di Sinistra Ecologia Libertà Alessia Petraglia, che sulla questione ha rivolto una interrogazione ai Ministri dei Trasporti e della Difesa.

“A cinque anni dalla sentenza del Tribunale del Lavoro di Livorno che ha imposto al Gruppo Ormeggiatori barcaioli e Battellieri Isola d’Elba Scarl di adeguare le retribuzioni dei suoi dipendenti a quelle previste dai contratti collettivi nazionali – spiega la senatrice – il Consiglio della cooperativa insiste nell’ignorare le decisioni del giudice, continuando a penalizzare i lavoratori con l’applicazione di condizioni peggiorative rispetto alle norma e alla giurisprudenza in materia. A questo proposito non abbiamo ancora saputo di prese di posizione da parte della Capitaneria di Porto di Portoferraio, che avrebbe, invece, il dovere di prendere posizione e pretendere chiarezza. Un silenzio inspiegabile: siano, allora, i Ministeri competenti a romperlo, perchè davanti ad una così palese violazione dei diritti dei lavoratori non è accettabile in nessun modo lo spettro della complicità”.