Petraglia e Giovannini (SD-Sinistra e Libertà) a sostegno della manifestazione dei sindacati della scuola di questa sera: “Il Governo mette in ginocchio la scuola pubblica e viola le prerogative delle Regioni. Bene lo stop della Toscana ai nuovi dimensionamenti ”

giugno 16, 2009 in Comunicati Stampa da alessia

“Siamo a fianco delle organizzazioni sindacali della scuola che manifestano contro le politiche del Ministro Gelmini, per una scuola pubblica di qualità”. Così le consigliere regionali di Sinistra Democratica Alessia Petraglia e Bruna Giovannini intervengono in occasione della manifestazione indetta per stasera a Firenze dai lavoratori della scuola di CGIL, CISL, UIL e dalla Gilda degli Insegnanti. “Per settembre – affermano le esponenti di SD – si annuncia un pacchetto di provvedimenti che metteranno in ginocchio la scuola pubblica: i tagli agli organici di insegnanti e personale tecnico amministrativo nelle scuole di ogni ordine e grado ed una sempre più difficile situazione finanziaria degli istituti si accompagnano a progetti di dimensionamento scolastico che porterebbero a classi con un numero di alunni superiore a quanto previsto dalle normative sulla sicurezza. Accanto a tutto ciò, si cancella qualsiasi prospettiva di stabilizzazione per le migliaia di precari della scuola. Peraltro, il Governo è intervenuto in questa materia invadendo la competenza delle Regioni”. Le consigliere regionali, ricordando infine come il tema del dimensionamento scolastico fosse stato da loro stesse posto ad inizio 2009 con un’interrogazione, concludono affermando che “bene ha fatto l’assessore Simoncini ad annunciare che la Toscana, così come le altre Regioni, non procederà ad attuare i dimensionamenti scolastici previsti dal Governo in assenza del ripristino di corretti rapporti tra Stato e Regioni e di una revisione delle scelte compiute”.