Petraglia, Sel:”Il sistema sanitario toscano funziona bene ma ci sono ancora delle questioni da risolvere”

marzo 16, 2010 in Comunicati Stampa da alessia

“L’80% del bilancio regionale riguarda la sanità. Anche in un sistema che funziona come quello toscano ci sono dei nodi da sciogliere – dice Alessia Petraglia, capolista regionale di Sel – Negli ultimi 10 anni è stato fatto tanto per l’ospedalizzazzione del sistema, ma crediamo che nei prossimi anni si debbano potenziare anche i servizi territoriali. La maggior parte dei cittadini si cura attraverso il sistema sanitario pubblico, ma le liste d’attesa obbligano il cittadino a rivolgersi in grande misura ai servizi privati convenzionati. Va ridato un ruolo centrale ai medici di famiglia che devono essere coinvolti nel sistema. I prossimi anni – conclude Alessia Petraglia – dovranno essere dedicati all’educazione alla salute”. Nella politica, la sanità deve avere un ruolo centrale anche per Claudio Fava: “La sanità è fra i tasselli più esposti alle cattive pratiche della politica. Il modo in cui troppo spesso la politica ha barattato la propria autonomia a vantaggio dei “signori” della sanità privata, anche in amministrazioni di sinistra, non deve più ripetersi. La politica deve dare ai cittadini delle certezze, in primis, sulla salute”. “Dobbiamo lavorare per superare lo sbarramento del 4% – conclude Claudio Fava – e questo non per ottenere qualche consigliere regionale in più ma perchè la nostra forza politica è una risorsa per la comunità. Sinistra ecologia libertà è in campo perchè vuole dare un contributo di buona politica”.