Rai, on. Nicchi e sen. Petraglia: “Inaccettabile attacco a servizio pubblico”

giugno 7, 2014 in In Parlamento, News e iniziative da alessia

“L’attacco populista alla Rai, presentata soltanto come un carrozzone degli sprechi, è inaccettabile. Come inaccettabile è il tentativo di nascondere dietro agli slogan l’inizio della privatizzazione del servizio pubblico, la cui pluralità e accessibilità viene profondamente minata dal Dl Irpef. Tagliare per 150 milioni di euro le risorse destinate alle sedi regionali della Rai e prospettare la cessione di Raiway significa mettere in discussione l’esistenza stessa di questa azienda andandola a colpire in uno degli ambiti di maggior valore e importanza, quello dell’informazione regionale, una presenza capillare e fondamentale per il nostro Paese”.

Lo affermano le parlamentari di SEL Alessia Petraglia e Marisa Nicchi dopo l’incontro di oggi con i rappresentanti dei lavoratori Rai presso la sede toscana dell’azienda.

“Dietro agli slogan del Governo – proseguono Nicchi e Petraglia – si cela il tentativo di smantellare un’azienda che ha indubbiamente bisogno di una riforma radicale e di un grande lavoro di razionalizzazione delle risorse e dei costi. Su questo siamo pronti ad aprire un confronto serio, che tenga conto dell’importanza del servizio pubblico, delle esigenze dei lavoratori, del diritto dei cittadini a godere di un’informazione libera, plurale, accessibile”.

“Durante la discussione del Dl Irpef in Senato – dicono ancora le parlamentari – è stato respinto l’ordine del giorno in cui chiedevamo un profondo ripensamento dei tagli, andando a cercare nuove risorse nel contrasto all’evasione del canone. Rilanceremo la nostra proposta alla Camera e metteremo il massimo dell’impegno in questa battaglia, mettendo al centro il servizio pubblico nell’interesse di tutti i cittadini”.