Riaperto il tavolo a sostegno della Recoplast. Petraglia (SEL): “La cassa integrazione non è sufficiente”

gennaio 13, 2010 in Comunicati Stampa da alessia

“La presentazione della nostra interrogazione in Consiglio Regionale ha fatto riaprire il tavolo istituzionale sulla questione Recoplast che gli assessori Gianfranco Simoncini e Annarita Bramerini hanno convocato per il 21 gennaio e, come già annunciato oggi su alcuni giornali, è prevista la proroga di un anno della cassa integrazione per i 45 lavoratori della Recoplast”, ha detto la consigliera regionale SEL Alessia Petraglia riguardo l’azienda di Agliana che si occupa di recupero e riciclo di rifiuti plastici che gli attuali proprietari hanno chiuso, la Recoplast. “Chiediamo che la Regione non si limiti a garantire la cassa integrazione ma provi a creare una prospettiva seria per il futuro dell’azienda. Al tavolo ci auguriamo siano presenti tutte le parti e che sia presa in seria considerazione l’ipotesi di un nuovo piano industriale degli imprenditori interessati a rilevare Recoplast e dare le opportune garanzie per la ripresa dell’attività, compreso verificare la piena congruità delle autorizzazioni. La Regione ha fra i suoi obiettivi per il 2010 di ridurre i rifiuti del 15% e portare la raccolta differenziata al 50%, dunque la possibilità di una chiusura di un’azienda che si occupa di riciclaggio e riconversione sarebbe senza senso. Chiediamo alla Regione Toscana di proseguire l’impegno per la riduzione dei rifiuti ma chiediamo anche di creare le condizioni per incentivare acquisti verdi nelle pubbliche amministrazioni e nella grande distribuzione“, ha concluso Petraglia.