Sabato, in piazza con la Cgil

giugno 15, 2017 in In Parlamento da alessia

Roma, 15 giugno 2017 – “Questa manovra è un mostro giuridico, lascerà  il segno soprattutto per la grave scelta di reintrodurre i voucher: un’operazione grave, a dir poco furba, anticostituzionale, antidemocratica, insopportabile anche solo da raccontare. Sinistra Italiana, in modo chiaro e coerente, vota contro questo decreto-legge e sabato 17 giugno saremo in piazza con la CGIL, a ricordarvi che la democrazia e’ intoccabile”.
Cosi’ in Aula oggi durante la dichiarazione di voto sulla fiducia alla ‘manovrina’: “Oggi reintroducete i voucher- afferma la senatrice Petraglia- tagliati in fretta e furia a marzo per non passare dal vaglio di un referendum, per il quale la CGIL aveva raccolto oltre 3 milioni di firme. Un voto che si sarebbe dovuto svolgere a pochi giorni dalle elezioni amministrative e certamente troppo pericoloso. Siamo dinanzi a un arrogante esercizio del potere. Si tratta di un vero furto di democrazia e di un grave precedente anticostituzionale, il tutto in nome dell’emersione del lavoro nero, tralasciando di dire, in modo doloso, che esistono forme contrattuali variegate, che sempre voi avete votato, per i lavori stagionali o intermittenti e non e’ necessario sostituire contratti già precari con altri ancora più vergognosi”. Per la senatrice di Sinistra Italiana “siamo dinanzi a un attacco gravissimo al nostro sistema democratico, in perfetta sintonia con le presunte riforme di questa legislatura, caratterizzate tutte dal tono autoritario; infatti, dalla legge Delrio sulle Province, alla riforma costituzionale, passando per jobs act e la legge sulla buona scuola, nonchè la vostra bozza di legge elettorale. L’obiettivo manifesto e non più nascosto- conclude Petraglia- è l’azzeramento degli spazi e della partecipazione democratica in nome dell’ideologia dell’uomo forte o donna forte sola al comando”.