Sanità: la Legge non semplifica il contenzioso medico-paziente

gennaio 11, 2017 in In Parlamento, News e iniziative da alessia

Roma, 11 gennaio 2017 – “Questa legge non semplifica il contenzioso medico-paziente, rappresenta piuttosto uno scambio tra la tutela, l’impunità giuridica e l’autonomia dei professionisti sanitari e indebolisce la tutela dei  diritti dei cittadini”.
Così questo pomeriggio in aula ho espresso il voto contrario di Sinistra Italiana – Senato al disegno di legge, approvato dal Senato, in materia di responsabilità professionale del personale sanitario.
“Mentre si scarica sul malato l’onere della prova di un’eventuale malasanità, la libertà di azione del
medico risulta limitata, perché vincolato a precise linee guida. Dal momento che sono in gioco interessi costituzionalmente rilevanti, come il diritto alla salute, non può bastare una strozzatura delle vie d’accesso alla giustizia senza indagare le vere ragioni della malasanità, che è un fenomeno diffuso su tutto il territorio nazionale, legato troppo spesso a tagli e a scelte politiche sbagliate”.
“Insomma, si sarebbe potuto fare di più per riequilibrare il diritto dei cittadini a vedere riconosciuto il torto subito e, contestualmente, garantire una maggiore serenità ai medici; ma questo equilibrio non è  stato rispettato”.