Scuola, Petraglia: “Preoccupazione per i precari resta, urgente stabilizzarli”

luglio 20, 2013 in Comunicati Stampa da alessia

“Bene ha fatto la Corte Costituzionale a rimettere alla Corte di Giustizia Europea la vertenza sulla stabilizzazione dei precari della scuola, ma i dati del Ministero sul turnover continuano a destare preoccupazione, con appena 59mila assunzioni previste nei prossimi quattro anni”. Lo ha detto la senatrice toscana di Sinistra Ecologia e Libertà e membro della commissione Istruzione di Palazzo Madama, Alessia Petraglia.

“In particolare, nell’anno scolastico 2013/2014 – ha aggiunto – non sono ipotizzabili più di 15mila assunzioni tra docenti e ATA, a causa degli effetti della riforma Fornero sui requisiti pensionistici. Si tratta di numeri limitatissimi al confronto degli oltre 130mila supplenti attualmente in servizio e dei posti messi a concorso”.
“Occorre stabilizzare i posti di lavoro per dare serenità non solo ai docenti precari, ma anche alle scuole e alle famiglie – ha detto ancora la senatrice – Al primo settembre 2013, i posti liberi in organico di diritto saranno 29.523. Se si procedesse a stabilizzare tutti i posti oggi conferiti fino al 30 giugno sia per il personale docente che ATA, ci sarebbero subito le condizioni per stabilizzare 105.930 unità. Ci sono già le condizioni perché la scuola – ha concluso Petraglia – non sia più un’enclave di precariato”.