Sentenza per la strage di Viareggio. “Confronto immediato in Parlamento per l’approvazione di una legge che blocchi le prescrizioni dopo le sentenze di primo grado”

gennaio 31, 2017 in Comunicati Stampa da alessia

Roma, 31 gennaio 2017 – E’ solo il primo grado ma c’è bisogno di un intervento subito per bloccare le prescrizioni. La senatrice di Sinistra Italiana, Alessia Petraglia, interviene in seguito alla sentenza di primo grado che ha condannato 25 dei 33 imputati per la strage di Viareggio del 29 giugno del 2009 in cui persero la vita 32 persone.

“Nell’esprimere tutta la nostra vicinanza alle famiglie delle vittime ritengo che ci sia ancora un pezzo di strada da fare per cercare di garantire chiarezza e giustizia: è ferma da troppo tempo in Senato la modifica del codice penale e procedura penale per evitare che venga approvato un emendamento che blocca le prescrizioni dei reati dopo una sentenza di primo grado.

Quello che potrebbe accadere anche in questo drammatico caso rendendo vana la ricerca delle responsabilità che hanno portato a questa strage.

La condanna dell’ad di FS, imporrebbe, per senso di opportunità etica, le sue dimissioni da Finmeccanica, o continuare a far finta che non sia accaduto niente può dare risposta alle esigenze di verità?”