Tagli scuola, sen. Petraglia (SEL): “Dal Governo l’ennesima prova di inadeguatezza”

gennaio 8, 2014 in Comunicati Stampa, In Parlamento da alessia

“La retromarcia del Governo sui tagli agli stipendi dei docenti è una notizia positiva, ma non può mettere in secondo piano l’ennesima prova di inadeguatezza mostrata da Letta e dai suoi ministri. E’ gravissimo aver anche solo potuto concepire l’idea di andare a colpire lavoratori i cui stipendi sono tra i più bassi d’Europa e assolutamente inadeguati rispetto rispetto al compito e alle responsabilità che sono loro affidate”.
Lo dichiara la senatrice toscana di Sinistra Ecologia e Libertà Alessia Petraglia.

“E’ stato penoso – prosegue – assistere all’ennesimo teatrino di ministri che bisticciano su come e dove trovare soldi e di parlamentari del PD scopertisi all’improvviso ipercritici verso un Governo che finora hanno sostenuto senza battere ciglio. E’ bastato il tocco della bacchetta magica di Matteo Renzi per far tornare l’esecutivo sui suoi passi e rimettere, apparentemente, tutto in ordine, fino al prossimo atto di questa farsa recitata sulla testa del Paese. Bene, comunque, aver rinunciato ad un provvedimento sbagliato, ma adesso sarebbe fondamentale capire da dove verranno prese le risorse che fino a qualche ora fa il ministro Saccomanni giudicava necessarie. O dobbiamo prepararci per il bis di uno spettacolo indecente?”.

“Cercare di far cassa con altri tagli al nostro sistema scolastico è stato un errore gravissimo – dice ancora Petraglia – Dopo anni di tagli lineari e scelte sbagliate che ne hanno fatto un enclave di lavoro precario e talvolta non retribuito, la nostra scuola è in grandissima difficoltà. Supplenti senza stipendio, edifici fatiscenti, famiglie costrette a pagare di tasca propria carta igienica e gessi: questa è la quotidianità che SEL vuole cambiare al più presto. Ripartire dalla scuola significa ripartire dal futuro, perchè è lì che si formano i cittadini di domani, lì si mette a frutto il patrimonio di competenze e conoscenza su cui si basa il rilancio del nostro Paese”.