Vertenza TNT Express, in Parlamento due interrogazioni di SEL

giugno 28, 2013 in Comunicati Stampa da alessia

“Un piano destrutturante, inaccettabile, che colpisce pesantemente i livelli occupazionali e scarica sui soli lavoratori gli oneri di una riorganizzazione aziendale complessa”. Nel giorno della mobilitazione nazionale dei dipendenti di TNT Express, il segretario fiorentino di Sinistra Ecologia e Libertà, Mauro Valiani, boccia senza mezze misure il piano di licenziamenti previsto in Italia dall’azienda olandese, e annuncia due interrogazioni parlamentari sulla vicenda, firmate, nelle rispettive assemblee, dalla senatrice Alessia Petraglia e dalla deputata Marisa Nicchi.

“Ai lavoratori – dice Valiani – vanno il sostegno e la solidarietà di SEL, al loro fianco questa mattina davanti ai cancelli della filiale di Firenze per ribadire con forza la centralità del diritto al lavoro”.
“In questi anni di crisi – prosegue – il nostro territorio ha pagato un prezzo altissimo in termini occupazionali e non possiamo né vogliamo rassegnarci a questa ennesima ferita, che costerà cinquanta posti di lavoro nella sola Toscana. Un prezzo altissimo che non possiamo permetterci di pagare”.
“La politica, la buona politica ha il dovere di dare risposte a questi lavoratori – dice ancora il segretario fiorentino – Attraverso due interrogazioni depositate alla Camera e al Senato e promosse dalle parlamentari fiorentine Alessia Petraglia e Marisa Nicchi, SEL chiede al governo di intervenire, aprendo un tavolo con TNT e sollecitando la presentazione di un nuovo piano industriale che abbia come obiettivo minimo il mantenimento dei livelli occupazionali in Toscana e nel resto d’Italia”.
Il testo dell’interrogazione presentata al Senato